04/02/2021 VICENZA – Smantella un’organizzazione criminale nel vicentino dedita al traffico internazionale di sostanze stupefacenti. 12 gli arrestati || Droga a chili, 480 quelli sequestrati per un valore di 20 milioni di euro, importata dal Sud America da un’organizzazione i cui gangli sono nel vicentino ma con origini, per taluni calabresi. A disarticolare il sodalizio criminale ci ha pensato l’operazione interforze Polizia di Stato, Guardia di Finanza e Servizio centrale operativo della polizia di Stato coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Venezia. 120 uomini impegnati in attività di intercettazione, decodificazione di messaggi criptati e pedinamenti. 12 le persone arrestate di cui 8 in carcere due agli arresti domiciliari, uno con obbligo di dimora e un ultimo con obbligo di presentazione alla polizia. L’accusa per tutti è di associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti. «stiamo parlando non di bustine di cocaina sequestrate – rincara il questore di Vicenza Antonino Messineo – ma di chili di stupefacente che arrivava sul territorio vicentino» ad incalzare è anche Fausto Lapparelli Direttore Servizio centrale operativo Polizia di Stato «ci troviamo di fronte ad un gruppo di persone economicamente solide in grado di gestire grandi importazioni». Una disarticolazione non solo dal punto di vista operativo ma anche patrimoniale-finanziario con il sequestro in conto di 250 mila euro e un appartamento a Milano «sottraendone le disponibilità patrimoniale e finanziaria – spiega Comandante Provinciale Guardia di Finanza Vicenza Crescenzo Sciaraffa ne ha scardinato la possibilità di aumentare l’illecito profitto ma anche di finanziare l’attività illegale». L’operazione affonda le sue radici nel sequestro iniziale a gennaio del 2017 della mezza tonnellata di cocaina da parte delle autorità croate. Droga in pacchetti da un chilo nascosti in una macchina operatrice destinata ad un’azienda di Schio, il cui imprenditore verrà arrestato e condannato ma che risulterà uno dei membri importanti dell’organizzazione. Con una consegna cosiddetta “controllata” all’imprenditore arrivano s – Intervistati ANTONINO MESSINEO (Questore di Vicenza), FAUSTO LAPPARELLI (Direttore Servizio centrale operativo Polizia di Stato), CRESCENZO SCIARAFFA (Comandante provinciale Guardia di Finanza Vicenza) (Servizio di Gabriella Basso)


videoid(BqDDOX2lv7w)finevideoid-categoria(vicenzatg)finecategoria