17/02/2021 FONTANIVA – A otto secoli dalla sua morte, Fontaniva prepara il giubileo in onore del patrono, il pellegrino tedesco Bertrando Orenga proclamato Beato. || Aveva attraversato l’Europa partendo dalla natia Germania probabilmente diretto a Roma il pellegrino Bertrando da Orenga, nobile di origine, povero per missione. A Fontaniva nel marzo del 1221, raccontano le cronache medievali, sorella morte lo colse mentre, dopo aver riposato ospite presso il feudatario del luogo durante il lungo l’inverno, stava per ripartire, pellegrino sulle strade. 1221 – 2021: da allora sono passati ottocento anni e la comunità di Fontaniva, di cui è diventato patrono, lo ricorda con un solenne giubileo. Apertura domenica 7 marzo con la presenza nel duomo, dove riposano le spoglie mortali del beato Bertrando sottoposte in questi mesi a ricognizione, di monsignor Beniamino Pizziol, vescovo di Vicenza. Nel rispetto delle regole imposte dalla pandemia, la comunità per ricordare il suo pellegrino protettore ha in calendario un ricco programma e anche un concorso dedicato ai bambini e ragazzi fino ai 14 anni invitati a cercare tracce del suo passaggio nel territorio. (Servizio di Chiara Gaiani)


videoid(PLxxui-Vy3s)finevideoid-categoria(bassanotg)finecategoria