17/02/2021 CASTELFRANCO VENETO – Aggredito con calci e pugni per strappargli la catenina in oro. E’ accaduto alla stazione ferroviaria di Castelfranco. La vittima è uno studente 18 enne di Vicenza. Fermati dai carabinieri, dopo una fuga, due marocchini: uno è minorenne. || Stava aspettando il treno per tornare a casa a Vicenza. Era stato da alcuni amici a Castelfranco. Ad un tratto due ragazzi marocchini di 21 e 16 anni si sono avvicinati a lui. E senza dire nulla lo hanno iniziato a colpire con calci e pugni. Un’aggressione violenta per rubargli la catenina d’oro del valore di 200 euro. La vittima uno studente di 18 anni, si è accasciato a terra. Ma ha avuto la forza di chiedere aiuto. ” Il ragazzo ha prima chiamato i suoi amici che si trovavano poco distante ha spiegato il Magg. Enrico Zampolli, Comandante della Compagnia dei carabinieri di Castelfranco, poi siamo stati subito allertati noi”. Sul posto sono arrivate due pattuglie, la radiomobile dei carabinieri di Castelfranco e una pattuglia da Riese Pio X. I due giovani marocchini alla vista dei militari dell’arma sono scappati a piedi fra le vie della città. Una fuga durata solo qualche minuto. I carabinieri li hanno raggiunti e fermati.Si tratta di un 21 enne residente a Bassano del Grappa e di un 16 enne dell’asolano. Il primo è stato arrestato e portato in carcere il secondo è stato deferito in stato di libertà. La catena purtroppo non è stata trovata. La vittima è stata portata in ospedale per essere medicata. Ha subito alcune lesioni al volto. La prognosi è di qualche giorno. I due due giovani rapinatori dovranno rispondere di rapina aggravata in concorso e lesioni personali. – Intervistati Magg. ENRICO ZAMPOLLI (Comandante Compagnia Carabinieri Castelfranco V.to) (Servizio di Daniela Sitzia)


videoid(4dLSwYcb1IA)finevideoid-categoria(vicenzatg)finecategoria