20/02/2021 VICENZA – Oggi, noi di Rete Veneta, rilanciamo una proposta del Fai che farà discutere e che aprirà un dibattito a Vicenza. || C’era una volta Vicenza. C’era una volta l’arco trionfale di Campo Marzio. Stampe antiche, foto sbiadite, raccontano un tempo che fu. L’Arco, progettato da Ottavio Bruto Revese, sorgeva in Piazzale De Gasperi, uno degli spazi della Vicenza storica ed era stato collocato in asse con l’altro arco, quello di Baldassare Longhena, sulla soglia dei giardini Salvi, producendo un effetto architettonico raffinato e in sintonia con lo spirito rinascimentale. Sopravvisse fino al 1938, quando fu abbattuto senza tanti riguardi. Il Fai, oggi, scrive una lettera al Sindaco di Vicenza lanciando un’idea ardita che noi di Rete Veneta rilanciamo se non altro perchè permette a Vicenza di aprire un proficuo dibattito, un produttivo confronto storico e culturale. Perchè non ragionare sull’opportunità di ricostruire l’arco? – Intervistati DAVIDE FIORE (Fai – Delegato di Vicenza) (Servizio di Carlo Alberto Inghilleri)


videoid(IpwEliI4rMw)finevideoid-categoria(vicenzatg)finecategoria