21/02/2021 MAROSTICA – Tempo di covid e di categorie a rischio. Oggi ci siamo fatti “ammaliare” da un antico mestiere che non conosce crisi e che non ha risentito della pandemia. || Lui si chiama Michele De Bona, viene dalla Val di Fiemme e da trent’anni fa questo mestiere. Ha un gregge di circa 600 capi fra ovini e caprini ed è la passione a spingerlo a questa vita, una vita per tanti, inconcepibile. Lui parte a settembre/ottobre, per svernare e tornare stabile a casa, in Trentino, nei mesi di maggio/giugno.Il pastore e le sue pecore proseguono il cammino: e anche noi assaporiamo un pezzetto di libertà e di quel covid che ha cambiato “poco, poco niente” nella vita di Michele. – Intervistati MICHELE DE BONA (Pastore) (Servizio di Angelica Montagna)


videoid(j1lrL9_Znbg)finevideoid-categoria(bassanotg)finecategoria