25/02/2021 VENEZIA – I nuovi casi di coronavirus riscontrati in Veneto sono un campanello d’allarme che non si può ignorare. Lo conferma anche il presidente della Regione, Luca Zaia || Gli ospedali del Veneto si stanno svuotando, ma la curva dei contagi ha ripreso a salire: un campanello d’allarme che il governatore del Veneto Luca Zaia non intende ignorare. Le incidenze sono raddoppiate e il rischio è che salga anche il l’incide di contagio, con tutte le conseguenze del caso. Prendere misure di contrasto dell’emergenza, quindi, è obbligatorio. Ma queste misure devono essere concordate con il territorio da parte del Governo, per evitare danni in un momento molto delicato per il Paese. – Intervistati LUCA ZAIA (Presidente Regione Veneto) (Servizio di Ferdinando Garavello)


videoid(PvTKj6Lq3yg)finevideoid-categoria(bassanotg)finecategoria