27/02/2021 MONTE GRAPPA – Con il bel tempo torna il rischio valanghe, che l’Arpav definisce “marcato” anche sul monte Grappa e nelle aree più impervie dell’Altopiano dei Sette Comuni || La bella stagione avanza a grandi passi, ma soprattutto in altura la neve regge l’urto delle alte temperature di questa fine di febbraio assolutamente fuori dagli schemi. Domenica è previsto un abbassamento delle minime, ma il rischio di valanghe e slavine resta comunque marcato nelle aree più esposte. Per questo motivo è indispensabile prestare grande attenzione sui rilievi del bassanese, soprattutto sul massiccio del Grappa. Le autorità, proprio per evitare rischi inutili, confermano la chiusura dalle 16 della strada Cadorna nei pressi dell’area sacra di Cima Grappa, dove anche la settimana scorsa una grande massa nevosa si è staccata dal pendio cadendo sulla strada. Nessuno è rimasto ferito o coinvolto, ma centinaia di persone sono rimaste bloccate nel rifugio Bassano fino a quando la strada è stata liberata dalla neve. Il rischio è più alto nelle ore pomeridiane, quando l’insolazione può sciogliere la coltre bianca e innescare fenomeni incontrollabili. (Servizio di Ferdinando Garavello)


videoid(T1siwrzvJXA)finevideoid-categoria(bassanotg)finecategoria