02/03/2021 BASSANO DEL GRAPPA – Quale futuro per la scuola Mazzini di Bassano? Un’ipotesi c’è, ed è molto “esotica” || La scuola Mazzini potrebbe diventare presto la sede dell’esposizione tassidermica donata al Comune di Bassano anni fa da un cittadino. L’indiscrezione si inserisce nella complessa gestazione del polo museale diffuso: quel domino ormai celebre innescato dal ritiro dei fondi da parte della fondazione Cariverona in seguito alla mancata presentazione di un progetto da parte dell’Amministrazione di Elena Pavan. In questa reazione a catena sono finiti il polo Santa Chiara, la scuola Mazzini con tutte le sue magagne, il giardino Parolini e il futuro Museo dell’Innovazione. Ovvero una bella sfilza di parole che per ora non hanno nemmeno una sillaba messa nero su bianco. A parte le superconsulenze affidate dal sindaco per la redazione di progetti e di progetti di supporto ai progetti, come si evince dall’Albo pretorio comunale. Ora però qualcosa di scritto pare essere arrivato sulla scrivania di Elena Pavan: si tratterebbe, secondo alcune fonti, di un piano per portare nella scuola Mazzini la collezione di animali impagliati donata da un cittadino all’Amministrazione. Un passo che farebbe perdere in modo definitivo all’edificio il suo status scolastico, cancellando con un colpo di spugna una lunga storia della quale hanno fatto parte generazioni di bassanesi. A questo punto non ci resta che aspettare dal sindaco una conferma o una smentita. O almeno una spiegazione prima che i buoi, anche se sono impagliati, scappino dal recinto. (Servizio di Ferdinando Garavello)


videoid(62qCcXrzH8o)finevideoid-categoria(bassanotg)finecategoria