15/03/2021 VICENZA – I giovani, il Covid e le loro prospettive occupazionali. Il bilancio annuale della Cisl nel vicentino. || I dati sull’occupazione giovanile nel vicentino, esaminati dalla Cisl dopo un anno di pandemia, sono drammatici. Il tessuto industriale e manifatturiero, tipico della nostra area, non sta praticamente assumendo nessuno. Invece ricettività e ristorazione, il commercio e i servizi di informazione e comunicazione sono stati gli ambiti in cui, nonostante la crisi, si è assunto di più. Cambia anche la tipologia dei contratti. Calano del 27% quelli a tempo indeterminato, ma soprattutto quelli di apprendistato -33%. In assoluto gli assunti sotto i 30 anni sono stati 34.365. In un anno, un crollo del 18,2% – Intervistati RAFFAELE CONSIGLIO (SEGRETARIO GENERALE PROVINCIALE CISL VICENZA), STEFANO DAL PRA CAPUTO (RICERCATORE CENTRO STUDI CISL VICENZA) (Servizio di Daniele Garbin)


videoid(PWV6c5KwTd0)finevideoid-categoria(vicenzatg)finecategoria