28/03/2021 GALLIO – Sull’Altopiano si studiano le norme sui ristori, sembra che molti imprenditori saranno escusi da ogni tipo di risarcimento. || Tra contagi, vaccinazioni e ristori per le categorie economiche, il momento sull’Altopiano è molto delicato. Il punto vaccinale principale è a Canove, dove l’obbiettivo è la somministrazione del vaccino ai circa 500 ultraottantenni in lista entro Pasqua. Ma se arrivano le dosi, due punti sono già pronti e operativi. I contagi intanto sono in leggera crescita a qualche settimana. Il grosso problema sono i ristori. Viste le norme in via di approvazione e fatti i primi calcoli, sembra che molti imprenditori rimarranno a bocca asciutta.Grande incertezza c’è per le società di impianti a fune, che sull’altopiano sembrano escluse da ogni tipo di ristoro.Il motivo sembra legato al tipo di attività degli impianti sulle piste da sciTecnici e amministratori sono al lavoro per fare i calcoli, ma se saranno confermati parametri e criteri sembra che almeno il 60% delle attività dell’Altopiano sia escluso in partenza da ogni risarcimento. – Intervistati EMANUELE MUNARI (Sindaco di Gallio) (Servizio di Federico Fusetti)


videoid(yV63S-ImEmo)finevideoid-categoria(bassanotg)finecategoria