05/04/2021 VICENZA – Oggi è Pasquetta, domani si ricomincia a pensare al futuro, al lavoro e alla produttività, compatibilmente con le limitazioni imposte dalla Pandemia. Confartigianato oggi chiede un cambio di marcia al Governo. || «Abbiamo delle prospettive importanti, con denaro investito su lavori pubblici fermi perchè non sono cantierabili»Così parlò Gianluca Cavion, Presidente di Confartigianato Vicenza. Oggi è Pasquetta, domani con la fine delle feste si ricomincia a guardare al futuro, un futuro che non può più avere i colori rossi della clausura più intransigente. L’unica via d’uscita è la vaccinazione, che può rappresentare il punto della ripartenza anche per l’economia. I vaccini da una parte, ma dall’altra, per ripartire serve anche una maggiore coerenza politica, rispetto al passato, nell’individuazione delle categorie che vengono stoppate. Insomma, Confartigianato si aspetta un cambio di marcia da parte del Governo, con provvedimenti più a misura delle piccole imprese. – Intervistati GIANLUCA CAVION (Presidente Confartigianato Vicenza) (Servizio di Carlo Alberto Inghilleri)


videoid(SyIeOFw-xkY)finevideoid-categoria(vicenzatg)finecategoria