07/04/2021 BASSANO DEL GRAPPA – E intanto dopo flop della proposta del paladue, come nuova sede vaccinale, avanzata all’ulss7 dalla sindaca Pavan, reteveneta lancia all’azienda sanitaria due suggerimenti. || Mentre si completano le seconde dosi di vaccino anticovid al palangarano è caccia alla nuova sede vaccinale. Lasciate perdere quello che ha dichiarato nei giorni scorsi la sindaca di Bassano Elena Pavan, che ha sbandierato la concessione del paladue come unica alternativa all’attuale palazzetto di quartiere 25 aprile. Peccato che sia subito stata smontata sia dall’ex primo cittadino, Riccardo Poletto, che, ricorderete, al nostro microfono ha spiegato la non adeguatezza della struttura soprattutto per le esigenze della popolazione più fragile, quella degli anziani appunto, che dai nostri servizi in cui abbiamo mostrato come concretamente il paladue non sia appropriato alla funzione che vorrebbero attribuirgli. Essendo dislocato su piano interrato il classico esempio di gigantesca barriera architettonica. E se dal comune, dalla sindaca Pavan, non arriva nulla di meglio, sappiamo per certo che i vertici ulss 7 non restano ad aspettare e si stanno attivando per cercare di individuare il sito più idoneo, cominciando proprio con la valutazione di capannoni privati dismessi, a zero barriere architettoniche. Allora reteveneta lancia una proposta, anzi due, al direttore generale Carlo Bramezza. Perchè non prendere in considerazione l’ex padiglione di Bassano Expo? O, meglio ancora, l’ex eurobrico di via Capitelvecchio? Facile da raggiungere, con ampio parcheggio e soprattutto assolutamente accessibile a chiunque. Pensateci. (Servizio di Vanessa Banzato)


videoid(fXeaKUBCsLQ)finevideoid-categoria(bassanotg)finecategoria