09/04/2021 VICENZA – L’epidemia ha scatenato una crisi economica senza precedenti. A Vicenza viene sperimentato il primo Sportello Lavoro di un Comune capoluogo. || Sos lavoro: il terremoto Covid fa tremare l’economia. Cadono pezzi, calcinacci, interi settori rischiano di sbriciolarsi. Un sisma sociale che ricade sui comuni, in prima linea per trovare soluzioni migliori per famiglie e attività produttive: oggi il problema non è più circoscritto a bollette, affitti e spesa alimantare: e così a Vicenza, primo comune in Veneto, viene sperimentato lo sportello lavoro.Il Governo ha provato a puntellare l’occupazione con il blocco dei dei licenziamenti, che ha due scadenze, fissate dal decreto Sostegni: primo luglio per le aziende che rientrano nell’applicazione della Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria, primo novembre per le altre. Insomma, quella che si prosepetta è una bomba ad orologeria. Diventa quanto mai urgente sfruttare questi mesi per consentire a chi perde il lavoro di formarsi e di trovare un’altra occupazione. – Intervistati ELENA DONAZZAN (Assessore Regionale Veneto al Lavoro), FRANCESCO RUCCO (Sindaco di Vicenza), SILVIO GIOVINE (Assessore alle Politiche del Lavoro di Vicenza) (Servizio di Carlo Alberto Inghilleri)


videoid(wJnTb_kLGkE)finevideoid-categoria(vicenzatg)finecategoria