15/04/2021 BASSANO DEL GRAPPA – E adesso entriamo insieme nella sala operatoria di Ortopedia, al secondo piano del San Bassiano. Qui è entrato in azione oggi il nuovo robot chirurgico. Scopriamolo insieme ai medici e agli infermieri che lo utilizzano. || La prima paziente operata a Bassano con il nuovo robot aveva una artrosi all’anca, ormai l’unica soluzione era la protesi. E così l’equipe del dottor Giovanni Grano (file 1181 gruppo) ha scritto una pagina storica per la sanità del Veneto. Un intervento riuscito, tra pochi giorni la signora tornerà a casa. Questo robot prende tutte le informazioni, le elabora in 3D, pianifica con una precisione assoluta l’operazione. Dice dove bisogna tagliare, come mettere in asse la protesi, con quale diametro, con quale inclinazione.L’uomo insomma arriva fino a un certo punto, il robot dà qualcosa in più. E’ un amico, non va in competizione con il chirurgo, ma lo aiuta. E l’azienda, che ha dato gratuitamente il robot al dottor Grano, avrà da lui e dalla sua equipe informazioni preziose sul robot utilizzate in tutta Italia.Tempi di degenza più brevi e la probabilità più alta che non si debba rifare l’intervento riduce anche i costi per la sanità pubblica. – Intervistati GIOVANNI GRANO (Direttore Unità Operativa Ortopedia), MONICA RINALDI (Strumentista Sala Operatoria Ortopedia) (Servizio di Federico Fusetti)


videoid(pxpYS_CAq7k)finevideoid-categoria(bassanotg)finecategoria