18/04/2021 BASSANO DEL GRAPPA – Il tempo stringe. Un nuovo appello alla sindaca di Bassano perchè faccia qualcosa per riportare a casa la pala di Sant’Anna. Ma nulla si muove. Immobilismo più totale || ” Dobbiamo muoverci entro giugno, prima dell’inaugurazione a Venezia dell’ala dedicata al 500 veneto, se vogliamo far tornare a Bassano la pala di sant’Anna”. Così qualche giorno fa l’ex sindaco di Bassano, Riccardo Poletto, in merito alla questione relativa alla dapontiana pala di sant’Anna, che la sindaca Pavan si è lasciata sottrarre senza proferire parola dalle gallerie di Venezia. Quando successe ricorderete senz’altro la battaglia di tutta la città, per riavere indietro la preziosissima tela, vanto della città ai piedi del Grappa, vocata alla cultura. Adesso, e Poletto è stato chiarissimo, davvero si rischia di non rivederla più, se non ci si muove subito, immediatamente. Eppure, dalla pirma cittadina di Bassano zero movimenti. L’immobilismo più assoluto. E non lo dice chi scrive. Lo dicono i fatti. Cosa hanno fatto, cosa stanno facendo, cosa intendono fare Elena Pavan e l’assessora alla cultura Giovannella Cabion per riavere indietro quello che spetta ai e alle bassanesi? Poletto lancia un accorato appello e lo fa da cittadino innamorato della sua città. Noi lanciamo un appello alla sindaca, a chi potrebbe, se volesse, cambiare le cose, nonostante l’errore fatto a suo tempo. Avrebbe tantissima gente al suo fianco se solo scendesse dal piedistallo che si è costruita. Ma qui pare non ci si avolontà di rimediare. Non c’è volontà di ascoltare i cittadini e le cittadine. Peccato, cara Bassano. – Intervistati RICCARDO POLETTO (Consigliere Comunale Bassano Del Grappa) (Servizio di Vanessa Banzato)


videoid(J_JIG6EFHS8)finevideoid-categoria(bassanotg)finecategoria