25/04/2021 ALTOPIANO – Una due giorni di esercitazione degli uomini e le donne della protezione civile dell’ana Montegrappa. D’obbligo il continuo aggiornamento e la qualifica all’utilizzo di attrezzature fondamentali nei loro interventi. || Volontari della protezione civile in esercitazione e addestramento per la formazione necessaria ad affronatre le situazioni di difficoltà e pericolo, che normalmente incontrano nei loro interventi. 17 mila ore di lavoror i archivio. Tutto su base volontaria, vogliamo ribadirlo. Personale altamente qualificato e preparato. Sono gli uomini e le donne del SAT protezione civile 7 comuni nucleo operativo sezione Ana Montegrappa, che hanno svolto, nel pieno rispetto delle norme anticovid, una due giorni di preparazione ad hoc. Così spazio ai lavori in quota, tutto quello che concerne il recupero di persone, interventi in totale sicurezza in zone impervie, in aree difficili e pericolose.E via all’esercitazione per interventi ambientali, cominciando proprio con l’utilizzo di attrezzature specifiche che necessitano un apposito brevetto. Uno dei grandi eventi affrontati dalla protezione civile ha riguardato la tempesta Vaja, ricorderete, per cui è stata necessaria la mobilitazione di un vero e proprio esercito di persone altamente qualificate. Quindi a scuola di motosega, per cui si sono tenute lezioni teoriche e pratiche.Volontà, passione, professionalità, esperienza, soprattutto voglia di aiutare il prossimo, alla base del lavoro dei volontari e delle volontarie della protezione civile. Cominciando da un lungo e preciso lavoro di esercitazione e preparazione a 360°. Perchè la parola d’ordine deve essere: “Non lasciare nulla al caso”. (Servizio di Vanessa Banzato)


videoid(D8ZrKVrntbw)finevideoid-categoria(bassanotg)finecategoria