06/05/2021 VENEZIA – Pandemia. L’Rt del Veneto allo 0,95. L’assessore Lanzarin: «un dato che ci preoccupa servono comportamenti corretti» || I numeri che la nostra prevenzione ci ha fornito solo l’Rt dello 0,95, l’ incidenza del 97 su 100 mila abitanti e l’occupazione ospedaliera che è al 15% sia per le terapie intensive che per l’area non critica. Numeri, dati che sono i criteri di valutazione con i quali il Comitato tecnico scientifico con il Ministero della Sanità farà il punto sullo stato della pandemia in Veneto. Criteri fondamentali nella definizione venerdì della fascia di colore dove si collocherà il Veneto. A preoccupare l’assessore regionale alla sanità Lanzarin, quello 0,95 dell’Rt che significa che serve ancora molta attenzione nei comportamenti di noi tutti. Novità anche in tema di case di riposto e strutture extraospedaliere, le regioni hanno finalmente approntato le linee guida per le visite di parenti. «permettono – spiega l’assessore regionale alla sanità del Veneto Manuela Lanzarin – la possibilità di aprire alla visita ai parenti a chi ha il green pass, vaccinazione completa, abbia effettuato un tampone nelle ultime 24 ore o aver già avuto il Covid». Oltre a definire anche le regole per i nuovi accessi nelle Rsa che prevedono per chi vaccinato un accesso immediato per chi ha solo la prima dose uguale accesso ma con periodiche verifiche , infine per chi non è vaccinato l’accesso avviene previa quarantena di 10 giorni. Linee che però ora attendono il via libera dal Ministero – Intervistati EMANUELA LANZARIN (Assessore regionale alla sanità) (Servizio di Gabriella Basso)


videoid(4nbcClBdQ7E)finevideoid-categoria(vicenzatg)finecategoria