07/05/2021 VICENZA – Fine Ramadan in mille in preghiera al parco Fornaci a Vicenza. Il sindaco: «Ulss e Prefettura hanno dato il via libera» || Parco Fornaci a Vicenza per mezza giornata trasformato in moschea. La foto dei fedeli mussulmani in preghiera è rimbalzata sui social. 500 fedeli per la festa del Sacrificio, tra le più importanti del calendario mussulmano, inginocchiati nel parco cittadino di cui le comunità hanno in chiesto l’utilizzo. Inevitabili le polemiche soprattutto vista la situazione dettata dalla pandemia da Covid per la quale viene vietato ogni tipo di assembramento calendarizzando spettacoli ed eventi pubblici e privati in la nel tempo ma che sembra non valere per cerimonie religiose. Una questione di opportunità e sicurezza che si era posto anche il primo cittadino di Vicenza al tavolo per l’ordine pubblico e la sicurezza di qualche giorno fa e che aveva visto l’approvazione di Ulss e prefettura. Via libera dell’Ulss con le dovute accortezze l’elenco dei partecipanti, distanziamenti e mascherine oltre ai controlli agli ingressi, e poi l’autorizzazione della prefettura. D’altronde se non era Parco Fornaci l’altro grande spazio pubblico è Campo Marzo più complicato da controllare. Situazione destinata a ripetersi anche giovedì della prossima settimana quando dalle 7alle 10 la comunità mussulmana si ritroverà per la preghiera di fine Ramadan e questa volta, almeno sulla carta, dovrebbero essere in mille. – Intervistati FRANCESCO RUCCO (Sindaco di Vicenza) (Servizio di Gabriella Basso)


videoid(XtqSBVd96Wo)finevideoid-categoria(vicenzatg)finecategoria