17/05/2021 VICENZA – Ipab Vicenza, da stamattina aperte le porte alle visite programmate dei parenti. La storia di Aida, ospite della Residenza Salvi || Duecentosettanta incontri a settimana, alle tre IPAB di Vicenza (Trento, Salvi, Monte Crocetta), per gli ospiti che vi soggiornano, anche se sotto restrizioni anti covid che hanno penalizzato le visite dei parenti. Da oggi, l’apertura agli incontri di persona, come abbiamo documentato con la signora Aida che ci ha detto la sua età. Centosette anni e non sentirli, con la gioia di chi finalmente è riuscito ad abbracciarla. Visite di parenti, dunque, da oggi si cambia. Green pass o tampone negativo al massimo 48 ore prima, non più di due cari, se non conviventi fra loro vi è ancor più l’ obbligo di distanzamento, mascherina, igienizzazione delle mani. Patto di condivisione del rischio, ovvero mi impegno a rispettare tutte le norme ma condivido il fatto che vi è una diminuzione del livello di protezione dal contagio, mentre per i nuovi ospiti è stata eliminata la quarantena di 14 giorni per gli ospiti vaccinati e per gli ex positivi da meno di sei mesi. Le new entry non vaccinate dovranno effettuare una quarantena di dieci giorni e sottoporsi quanto prima al vaccino – Intervistati ANNALISA BERGOZZA (Dir. Gen. IPAB Vicenza) (Servizio di Angelica Montagna)


videoid(4tbCEQQObWo)finevideoid-categoria(vicenzatg)finecategoria