22/05/2021 VENEZIA – Nella gestione di una pandemia, il tampone rapido ha un vantaggio enorme rispetto al molecolare. A parlare è il professor Umberto Tirelli, specialista in malattie infettive che spiega anche i motivi per cui i test rapidi sono preferibili. || Parla di vantaggio enorme del tampone rapido sul tampone molecolare nel contenimento del contagio del Coronavirus, il professor Umberto Tirelli. Specialista in Oncologia, Ematologia e Malattie Infettive, primario e docente universitario, nonché tra i più importanti scienziati italiani secondo la rivista scientifica internazionale “Plos Biology”, Tirelli basa il suo giudizio su dati oggettivi che si basano sia sull’immediatezza del responso sui positivi che sulla crescente affidabilità che hanno raggiunto i test rapidi soprattutto di terza generazione. In Veneto l’ampio uso del tampone antigenico rapido rispetto al tampone molecolare per contenere la pandemia, è stato al centro di un dibattito – a volte anche polemico – che però nelle parole di Tirelli non ha ragion d’essere. – Intervistati UMBERTO TIRELLI (SPECIALISTA MALATTIE INFETTIVE E ONCOLOGIA) (Servizio di Filippo Fois)


videoid(p7ogKYK4BXc)finevideoid-categoria(bassanotg)finecategoria