27/05/2021 SCHIO – Schio verso il titolo di Città Europea dello sport 2023. La visita ufficiale della Commissione esaminatrice per valutare la candidatura || E’ l’ex cestista Raffaella Masciadri, leggenda del basket femminile, la Madrina e la “sintesi” di valori di impegno, inclusione, sacrificio che lo sport promuove e che Schio recepisce sperando nell'”elezione” di Città Europea dello Sport 2023. Una due giorni in cui la commissione di di Aces Europe ha fatto visita alla città e agli impianti sportivi scledensi incontrando alcune realtà sportive cittadine: dal centro natatorio all’anello ciclabile allo stadio di atletica a quello di rugby. «Una candidatura che parte da lontano – ha ricordato l’assessore comunale allo sport Aldo Munarini – che parla non solo di sport ma di qualità della vita». Infatti, aspetti come l’attenzione alle politiche attive, gli investimenti infrastrutturali e le iniziative dedicate allo sport, e la promozione del turismo sportivo del territorio, saranno al vaglio per ottenere il prestigioso riconoscimento, “difeso” ufficialmente con un video presentato alla commissione intitolato “Schio crede nello sport” Alla conferenza erano presenti anche l’europarlamentare Rosanna Contee il presidente del Coni Veneto, Dino Ponchio. – Intervistati RAFFAELLA MASCIADRI (Madrina Schio Città Europea dello Sport 2023), ALDO MUNARINI (Assessore comunale allo Sport) (Servizio di Luisa Bertini)


videoid(knet5gDHu8s)finevideoid-categoria(vicenzatg)finecategoria