05/06/2021 ARZIGNANO – L’hospice dell’Ipab Scalabrin di Arzignano a rischio chiusura causa carenza infermieri in suo aiuto arriva l’Ulss 8 || AAA cercasi infermieri è l’appello che ormai gira sempre più spesso nel mondo della case di riposo in difficoltà tanto più con la pandemia che ha richiamato personale infermieristico verso le strutture ospedaliere. Infermieri difficili da reperire sul territorio e con le scuole che non riescono a sfornarne secondo le esigenze e le necessità. Non fa eccezione l’hospice dell’Ipab Scalabrin di Arzignano che in questi giorni ha visto girare la voce addirittura di una sua possibile chiusura proprio a causa della carenza di infermieri. Il problema c’è e l’Ipab, che secondo la convenzione sottoscritta è responsabile della gestione alberghiera e della dotazione di personale, ha bussato alle porte dell’Ulss 8 che si è resa disponibile a venire in aiuto della struttura, proprio per superare il momento difficile, mettendo a disposizione per il tempo necessario le figure mancanti. Personale medico e infermieristico messo sotto pressione con la pandemia e con le vaccinazioni che proseguono, queste ultime a ritmo serrato. Ottime le percentuali dei vaccinati over 80 e 70 ancora un po’ indietro invece gli over 60 – Intervistati ROMINA CAZZARO (Direttore Direzione medica ospedale San Bortolo Vicenza) (Servizio di Gabriella Basso)


videoid(CJl8lt_6xrQ)finevideoid-categoria(vicenzatg)finecategoria