06/06/2021 VICENZA – A Vicenza tutto è pronto per una stretta sul fumo all’aperto. Sarà vietato accendere la sigaretta nei parchi, all’esterno delle scuole e nei luoghi di cultura. || Vicenza città smoking free: libera dal fumo. Sigarette addio. Un piano che sta prendendo vita all’interno di Palazzo Trissino, che studia una serie di azioni per migliorare la qualità dell’ambiente. Diciotto anni fa il Parlamento italiano varava la legge antifumo. Era il gennaio 2003: il fumo veniva bandito all’interno dei locali aperti al pubblico, liberando bar e uffici da nubi grigie: ora si supera anche quel confine, si va oltre: a Vicenza non si potrà accendere la sigaretta nei parchi, all’esterno delle scuole e sotto i porticati dei musei; il divieto potrebbe poi essere esteso anche alle fermate dell’autobus o del taxi, così come nei cimiteri o negli stadi. Misure che non sono solo educative, ma che mirano a ridurre l’inquinamento dei mozziconi buttati a terra e a tutelare la salute dei cittadini, in particolare dei più giovani:Un piano “Aria” che segue un trend già in voga in diverse città Italiane e straniere: da Milano a Parigi fino a New York è vietato fumare in tutti i parchi pubblici già da anni. Adesso anche a Vicenza è pronta la stretta sul fumo. Ma in modo soft, con delle zone che saranno dedicate a chi vuole accendersi la sigaretta. – Intervistati FRANCESCO RUCCO (Sindaco di Vicenza) (Servizio di Carlo Alberto Inghilleri)


videoid(lhaQB2nKGZg)finevideoid-categoria(vicenzatg)finecategoria