09/06/2021 VICENZA – Il degrado di chi vive senza dimora si sta espandendo in città, che risponde chiudendosi. || Cartoline di una città che si difende come può, per contrastare il degrado dilagante di chi bivacca e lorda spazi pubblici. Si passa alle vie di fatto chiudendo gli spazi coperti con reti e cancellate, come palazzo delle Poste in contrà Garibaldi, la Chiesa di San Giuseppe in viale mercato Nuovo, la Chiesa di Santa Maria in Araceli, il Teatro Comunale di Vicenza. Servira transennare anche i portici di Monte Berico? La chiusura potrebbe essere una risposta efficace, forse, ma inacettabile come modello per una città che offre servizi appositi per chi è senza dimora. L’assessore ai servizi sociali del comune di Vicenza Matteo Tosetto sostiene che il problema sono le persone senza residenza, i cosidetti”invisibili” che si stima siano duecento circa all’anno. – Intervistati MATTEO TOSETTO (ASSESSORE SERVIZI SOCIALI – COMUNE DI VICENZA) (Servizio di Daniele Garbin)


videoid(AE9esM426Xw)finevideoid-categoria(vicenzatg)finecategoria