RETE VENETA | Medianordest

BASSANO DEL GRAPPA | SUICIDIO MATTEO, IL PAPA’: «FERMEREMO I SITI DELLA MORTE»

11/06/2021 BASSANO DEL GRAPPA – Torniamo a parlare del caso dello studente bassanese che si è tolto la vita durante la dad avvelenandosi. Mentre lo faceva era collegato alla chat di un sito che istiga al suicidio. Il racconto nelle parole di papà Alessandro che ora vuole fermare questa terribile realtà che esiste nella rete || Non era da solo Matteo Cecconi, la mattina del 26 aprile, mentre assumeva il nitrito di sodio per togliersi la vita. Era collegato in chat con una decina di persone, tutteiscritti ad un sito, una vera e propria chat del suicidio con 17.000 seguaci in tutto il mondo. Particolari tremendi di questa delicatissima vicenda che ci racconta con grande coraggio il papà di Matteo, Alessandro. Matteo si era iscritto al sito il 13 aprile pochi giorni prima di morire, un sito che istiga al suicidio: questo emerge chiaramente dai messaggi del giovane bassanese e degli altri partecipanti. Ad interrompere la piattaforma della morte la Procura di Roma che ha disposto l’oscuramento del sito dopo la morte di alcuni giovani nella capitale. Alessandro Cecconi e la sua famiglia non si fermeranno: i siti del suicidio vanno bloccati e i ragazzi vanno aiutati a trovare la strada giusta per uscire dal buio della depressione. – Intervistati AL TELEFONO ALESSANDRO CECCONI (Papà di Matteo Cecconi ) (Servizio di Monica Smiderle)


videoid(tVnEWkq_vzc)finevideoid-categoria(bassanotg)finecategoria

Exit mobile version