16/06/2021 VICENZA – Uno dei progetti più importanti per la Vicenza del futuro è la riqualificazione della porta ovest. || Le porte di una città, il suo ingresso, il suo biglietto da visita. La porta ovest di Vicenza: c’erano una volta sporcizia, droga, prostituzione, palazzi cadenti, popolati da vagabondi. Cartoline dal degrado. Un immagine squallida che il Sindaco, Francesco Rucco, appena eletto, aveva promesso di rivoluzionare con un progetto di riqualificazione senza precedenti. Oggi è tempo di un primo bilancio. Il Sindaco si fa trovare a Ponte Alto, per un sopralluogo in uno dei rinascimenti di Vicenza. Viale San Lazzaro sta attraversando una profonda trasformazione: con una corsia degli autobus, un nuovo grande supermercato, barriere anti-rumore sulla strada provinciale per Schio, mentre il palazzo cadente, rifugio abusivo di vagabondi, è stato venduto all’asta e presto diventerà un centro direzionale. Ma gli interventi sulla porta ovest riguardano anche la sicurezza stradale, la piantumazione di 110 alberi e di 2.500 arubusti lungo l’aiuola spartitraffico: con nuovi futuri interventi si arriverà a più di un chilometro di viale alberato; e ancora, sono state eliminate le barriere architettoniche, ridefiniti i marciapiedi, realizzate delle fermate del bus e nuove isole ecologiche; la linea d’illuminaizone pubblica è stata sostituita completamente. All’altezza del futuro supermercato nasceranno 451 posti auto con colonnine per la ricarcia elettrica e verranno realizzate due rotatorie, per un nuovo sistema viario. E poi prenderà vita un’area verde di oltre 3mila metri quadrati. – Intervistati FRANCESCO RUCCO (Sindaco di Vicenza) (Servizio di Carlo Alberto Inghilleri)


videoid(wKm8XDqVtyw)finevideoid-categoria(vicenzatg)finecategoria