29/06/2021 MONTEGALDELLA – Omicidio Marianna Sandonà. La Corte d’Appello di Venezia conferma la condanna a 20 anni di carcere per l’ex findanzato || 20, sono gli anni di carcere che Luigi Segnini, 41 anni camionista di Torri di Quartesolo, dovrà scontare in carcere per l’assassinio, l’8 giugno del 2019, dell’ex fidanzata 43enne Marianna Sandonà. La Corte d’Appello di Venezia ha confermato la sentenza del tribunale di Vicenza di gennaio di quest’anno. Modificata dai giudici anche l’accusa di Segnini nei confronti di Paolo Zorzi, il 46enne di Cervarese Santa Croce nel padovano che nel giorno del delitto aveva accompagnato Marianna Sandonà a quell’ultimo appuntamento chiarificatore con l’ex e che invece le fu fatale. Segnini dovrà infatti rispondere non più di lesioni aggravate ma di tentato omicidio anche verso Zorzi colpito a sua volta da più fendenti. Tentato omicidio che il pubblico Ministero di Vicenza Blattner aveva fin da subito contestato a Segnini visto che per gli inquirenti l’uomo volevo uccidere anche Zorzi intervenuto in soccorso di Marianna (Servizio di Gabriella Basso)


videoid(VuPiD9-zIO4)finevideoid-categoria(vicenzatg)finecategoria