07/07/2021 VICENZA – Oggi si è riunito in Prefettura il Comitato per l’Ordine e la Sicurezza. Obbiettivo: decidere come gestire la movida in Contrà Pescherie Vecchie nei weekend dopo la sperimentazione del numero chiuso. || Movida blindata. Alcol, droga e violenza in Contrà Pescherie Vecchie: in Prefettura si riunisce il Comitato per l’Ordine e la Sicurezza. Per bloccare l’avanzata del degrado le Forze dell’Ordine avevano blindato la Piazza per due weekend di seguito. Esperimento riuscito: ingresso in piazza a numero chiuso, 370 posti disponibili, con accessi transennati, pattuglie, vigilantes ai varchi, military police per i militari americani in libera uscita. Un sistema che ha funzionato. Adesso è il momento di voltare pagina. Se la movida blindata e a numero chiuso ha riportato la tranquillità in Contrà Pescherie, per i locali ha significato una riduzione dei fatturati: il sistema va rivisto, ed oggi in Prefettura è stato dato il via ad un allentamento delle misure di sicurezza. L’allentamento delle misure di sicurezza non significa che il controllo delle forze dell’ordine verrà meno. Proprio ieri i commercianti avevano lanciato un appello al Prefetto perchè resti il presidio del fine settimana. I commercianti, i residenti, chiedono soltanto di vivere tranquillamente la loro quotidianità: un appello che oggi diventa la promessa delle istituzioni che prevedono sedici uomini delle forze dell’ordine dislocati sulla piazza dal venerdì alla domenica, dalle sei del pomeriggio a mezzanotte: una sfida al degrado che oggi, in questa estate di inizio luglio, sembra sempre più vicina ad essere vinta. – Intervistati NICOLO’ NACLERIO (Consigliere Delegato alla Sicurezza) (Servizio di Carlo Alberto Inghilleri)


videoid(QU73-wbkwd4)finevideoid-categoria(vicenzatg)finecategoria