16/07/2021 SCHIO – Omicidio in Perù della missionaria laica di Schio Nadia de Munari. Svolta nelle indagini. Arrestate 4 persone. || Omicidio di Nadia De Munari, quattro persone sono state arrestate in relazione all’assassinio in Perù della missionaria laica originaria di Schio nel vicentino. La 50enne venne aggredita e uccisa a colpi d’ascia nella notte tra il 20 e il 21 aprile scorso all’interno della comunità di Nuevo Chimbote dove Nadia svolgeva la sua attività di direttrice di 6 scuole d’infanzia in qualità di volontaria per l’operazione Mato Grosso. A circa tre mesi dal suo omicidio oggi i primi arresti. Secondo quanto è dato sapere due delle persone arrestate sarebbe interne alla comunità dove lavorava la missionaria laica mentre le altre due abitano nelle vicinanze. Sulla vicenda la Procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine affidando l’istruttoria ai carabinieri del Ros in collaborazione stretta con le autorità locali. «Apprendiamo la notizia degli arresti e attendiamo di conoscere le precise responsabilità di tutte le persone coinvolte» Sono le parole rilasciate dalla famiglia di Nadia, attraverso un comunicato del suo avvocato ed ancora «Il contesto nonché il reale movente di questo brutale omicidio ai danni di una donna mite che aveva scelto di dedicare la vita agli ultimi» La famiglia ripone tutta la sua fiducia nell’operato degli investigatori confidando che continueranno il loro lavoro finché non ci sarà definitiva e assoluta chiarezza sull’uccisione di Nadia. A maggio, all’ultimo saluto della 50enne missionaria, nel palazzetto dello Sport “Livio Romare” l’intera comunità scledense si era stretta attorno alla famiglia rendendo omaggio a quella donna che aveva dedicato la sua vita ai bambini dall’altra parte del mondo. (Servizio di Gabriella Basso)


videoid(Eb1712Ba6jU)finevideoid-categoria(vicenzatg)finecategoria