17/07/2021 VICENZA – L’ulss8 sospende 40 sanitari non vaccinati, in adempienza a quanto previsto dalla legge. Intanto crescono i contagi e l’età media dei contagiati è di 33 anni. || Linea dura contro i sanitari che non si sono ancora vaccinati. Ad annunciarlo l’Ulss8 che ne sospende 40. Al vaglio altre 120 posizioni di cui si stanno valutando le motivazioni di incompatibilità con la vaccinazione o altra documentazione, e altre 70 ancora da esaminare. Di qui l’appello a 360 gradi a vaccinarsi per combattere un virus i cui contagi tornano a crescere. Un boom nell’Ulss8 berica che si allinea con il trend nazionale, in cui aumenta l’incidenza della variante Delta, e che riguarda soprattuto i giovani. Tra i contagiati il 94,5% risulta non vaccinato o con il ciclo di vaccinazione non completato. tra le occasioni di contagio la principale resta quella dei contatti familiari, ma il 26% dei casi risulta originato dalla partecipazione a feste, eventi, incontri di gruppo, così come al 15% figurano i rientri dall’estero: casi da Formentera Barcellona e Malta. Al momento la terapia intensiva, resta covid free, e in questa fase risulta fondamentale anticipare l’escalation dei contagi circoscrivendoli tra i contatti avuti nelle 48ore precedenti. A partire dal 18 agosto saranno aperti altri 22mila e 337 posti per chi deve ancora vaccinarsi, tra cui gli 8 mila e 800 compresi tra 60-69 anni e i 5mila e 800 70-79enni, oltre che giovani e insegnanti per garantire un inizio anno scolastico protetti da virus e conseguenze. – Intervistati MARIA GIUSEPPINA BONAVINA (Direttore Generale Ulss8 Berica), MARIATERESA PADOVAN (Direttore Servizio Igiene Sanità Pubblica) (Servizio di Luisa Bertini)


videoid(93MQ7UvdMeU)finevideoid-categoria(vicenzatg)finecategoria