20/07/2021 VICENZA – Manifestazione regionale in Piazza dei Signori a Vicenza. Appello dei sindacati per fermare le stragi nei luoghi di lavoro || “Fermiamo la strage nei luoghi di lavoro” con questo slogan sono scesi in Piazza dei Signori a Vicenza lavoratori e sindacati Cgil Cisl e Uil. A parlare ancora una volta sono i numeri, preoccupanti dello stato della sicurezza nei luoghi di lavoro. Nei primi 5 mesi del 2021, secondo l’Inail, le denunce di infortunio hanno toccato quota 27.177, il17,6% in più rispetto allo stesso periodo del 2020. 35 gli infortuni con esito mortale, 25% in più come sono schizzate le denunce di malattia professionale quasi 1.500, più 55,9%. Numeri secondo le organizzazioni sindacali che ci riporterebbero ai livelli del 2019. Pesa anche il contagio da Covid. In veneto sono state oltre 18mila le denunce di cui 28 con esito mortale e oltre il 74% dei contagi ha riguardato le lavoratrici. Con la ripartenza delle attività economiche anche gli infortuni, gli incidenti mortali purtroppo hanno ripreso a correre. Il tempo perso non può e non deve tradursi in minore sicurezza – Intervistati RAFFAELE CONSIGLIO (Segretario generale Cisl Vicenza) (Servizio di Gabriella Basso)


videoid(72W5EzvzTsI)finevideoid-categoria(vicenzatg)finecategoria