05/08/2021 VICENZA – Economia. I dati del secondo trimestre parlano di ripresa per le imprese del vicentino. Grande aspettativa per il green pass visto come chiave di volta per un ritorno alla vita sociale e dei consumi || Dalla meccanica al mobile il mondo dell’economia vicentino parla di ripresa. I dati elaborati del secondo trimestre vedono tutti gli indicatori mostrare un segno positivo non tanto e non solo rispetto ad un 2020 sostanzialmente fermo, il paese era in lockdown, ma rispetto al pre-pandemia ovvero al 2019. Più 34 % è il dato significativo che parla di un veneto e un vicentino vocati all’export e che oggi vede le performance migliori. Ancora in difficoltà il sistema moda che ha risentito e risente ancora del calo dei consumi causa anche una vita sociale fino ad oggi al palo. La svolta potrebbe essere dettata proprio dall’obbligo del Green pass. Ai sindacati che temono che il certificato vaccinale possa diventare strumento discriminante per licenziare la replica degli imprenditori è data dai fatti al momento i licenziamenti non ci sono stati e le imprese, in particolare quelle medio-piccole non hanno alcun interesse ad oggi a lasciare a casa i lavoratori. A dimostrazione di ciò i dati parlano di saldo positivo delle posizioni dei dipendenti con il numero delle assunzioni che torna a livelli pre-Covid. cresce anche l’ottimismo tra gli imprenditori che vedono nel breve periodo un incremento produttivo – Intervistati MARIO POZZA (Presidente Unione Camere del Veneto) (Servizio di Gabriella Basso)


videoid(bExB6BHrZFg)finevideoid-categoria(vicenzatg)finecategoria