BASSANO DEL GRAPPA – Il decreto entrato in vigore lunedì potrebbe decretare la fine di molti impianti sportivi, come ad esempio le piscine. «Impossibile riprendere l’attività dopo un nuovo stop forzato», spiega il consigliere nazionale di Federnuoto Pierpaolo Longo. || Apre le porte di Aquapolis a Bassano, Pierpaolo Longo, direttore della piscina e consigliere di Federnuoto. Le tre vasche sono vuote e si stanno raffreddando. Il silenzio regna sovrano dopo la chiusura decretata dal nuovo decreto del presidente del Consiglio Giuseppe Conte, Dopo il lockdown i flussi erano già dimezzati ad Aquapolis nonostante linee guida rispettate alla lettera. In vasca dal 26 ottobre potrebbe essere presente il mondo dell’agonismo, le persone con disabilità, le gestanti ma i costi di gestione sono troppo alti e non conviene. Sono centododici le persone senza impiego da lunedì. Loro e i rappresentanti delle centoquattro associazioni sportive dilettantistiche del territorio sono pronte a dare vita a un flash mob venerdì pomeriggio in piazza a Bassano. – Intervistati PIERPAOLO LONGO (Consigliere Federazione Italiana Nuoto) (Servizio di Chiara Gaiani)


videoid(TcdrKYSEqtw)finevideoid-categoria(bassanotg)finecategoria