13/08/2021 BASSANO DEL GRAPPA – Sport, calcio dilettantistico. Ecco un vademecum con alcune delle nuove regole per tornare a giocare || La Lega nazionale Dilettanti ha pubblicato i chiarimenti sulle nuove linee guida della Figc in materia di prevenzione e ripartenza dell’attività sportiva. Si parte da una distinzione fondamentale fra categorie di interesse nazionale (Serie D, Eccellenza e Juniores Nazionali) e categorie dilettantistiche, ovvero tutte quelle dalla Promozione in giù comprese le giovanili. Le prime avranno un protocollo più rigido, le seconde ricalcheranno l’iter della passata stagione con obbligo di autocertificazioni, misure precauzionali ma niente tamponi. Tanta la confusione che si è levata, allora proviamo a fare chiarezza: con la ripresa degli allenamenti o del raduno, ogni tesserato dovrà presentarsi con il tampone negativo, indipendentemente dal fatto di essere in possesso del green pass. A distanza di 7 giorni, questo esame dovrà essere ripetuto solo dai “soggetti suscettibili”, cioè da quelle persone non vaccinate e non guarite dal Covid. Poi, durante la stagione, i tesserati delle categorie di interesse nazionale dovranno continuare con il monitoraggio tramite tamponi 48/72 ore prima del match (chi ha il green pass è esentato, così come chi è già guarito dal Covid). Per le altre categorie, dalla Promozione alla Terza e per i Settori Giovanili dilettantistici non è previsto l’obbligo del green pass dopo aver effettuato i controlli iniziali. Quindi si procederà con autocertificazioni, misurazione della temperatura e tutte le precauzioni adottate già nella scorsa stagione. Restano problemi e incertezze, ma il Comitato Regionale Veneto è al lavoro per fare ulteriori passi in avanti. (Servizio di Alex Iuliano)


videoid(JpmqdDsjHys)finevideoid-categoria(bassanotg)finecategoria