18/08/2021 BASSANO DEL GRAPPA – Cronaca in primo piano, con l’identificazione del rapinatore che in un mese ha messo a segno tre colpi in quartiere Firenze a Bassano. Grazie a un lavoro di squadra tra carabinieri e polizia, è stato incastrato un 17enne. || Armato di coltello o di cutter entrava nei bar e negozi che aveva individuato, con una freddezza inaudita, dvaanto a bariste o commesse impietrite, raggiungeva il registratore di cassa, lo svuotava e si allontanava. Con i soldi pagava le pizze e comprava regali agli amici e alla fidanzata. Tre rapine in un mese. Protagonista un 17enne della Bassano bene, incastrato in poche settimane da un lavoro congiunto tra polizia di stato e carabinieri di Bassano. Il minore è stato immortalato dalle telecamere di videosorveglianza, che hanno permesso agli inquirenti di identificarlo. Tutti e tre i colpi in quartiere Firenze: alla pasticceria Marcon, al bar L’incontro e al Nido di via capitelvecchio. Qui pare abbia adddirittura fatto un sopralluogo qualche giorno prima. Le forze dell’ordine hanno seguito due stade. I carabinieri si sono concentrati sulle immagini della videosorveglianza, che li ha portati, vagliando fotogramma per fotogramma, a notare un’evidente anomalia nella camminata del rapinatore.962))) 1-02 siamo riusciti a notare 1-17 rapinaParallelamente alla polizia è giunta segnalazione da una residente che aveva subito un furto in abitazione e aveva riconosciuto il ladro. Gli agenti del commissariato hanno così perquisito l’abitazione del giovane, trovando prove schiaccianti: il coltello e parte dell’abigliamento usato per i colpi.Hanno allargato la perquisizine a casa della fidanzata, risultata totalmente estranea ai fatti, e qui hanno rinvenuto il cutter giallo, poi riconosciuto dalla barista dell’incontro.Contestualmente la polizia ha rinvenuto ricevute di un compro oro della zona, cui il 17enne aveva venduto gioielli rubati ai suoi genitori. E anche qui si apre una seconda fase di indagini che riguarda chi gestisce l’attività, visto il divieto di acquistare preziosi da minorenni. C’è di più, perchè il 17enne in un caso aveva mandato un amico a vendere un anello prezioso della madre, che era stato valutato pocchissimo rispetto al suo reale valore. – Intervistati MAGG. FILIPPO ALESSANDRO (Com.Comp. CC Bassano Del Grappa), ELENA PERUFFO (Vice-Questora Bassano Del Grappa) (Servizio di Vanessa Banzato)


videoid(QuRePD3WJmI)finevideoid-categoria(bassanotg)finecategoria