24/08/2021 BASSANO DEL GRAPPA – Sul tema delle opere d’arte che tornano a casa pare sia in arrivo un provvedimento clamoroso del Minisero della cultura, che potrebbe avere ricadute importantissime anche per la città di Bassano || L’Italia è un grande museo a cielo aperto, questo si sa. E ogni museo italiano è uno scrigno di meraviglie, ma anche questo si sa. Si sa pure che quel che è esposto nei musei del Belpaese – Veneto incluso – è solo una minima parte di un patrimonio artistico e culturale che non ha eguali a livello mondiale. Quadri, dipinti, statue e libri sono spesso esposti al pubblico in gallerie stracolme di bellezze o addirittura giacciono in immensi magazzini che farebbero invidia a qualsiasi altra nazione. Proprio per questo motivo, per decreto ministeriale, si potrà aprire un passaggio più facile e immediato di opere d’arte fra le grandi esposizioni museali e quelle più piccole. Dovrebbe essere questo il contenuto di un grande progetto che il ministro della cultura Dario Franceschini presenterà all’inizio di ottobre: una mano tesa dai grandi musei verso quelli più piccoli, di provincia, per aumentarne il prestigio e portarli all’attenzione del grande pubblico. In soldoni le grandi esposizioni avranno la possibilità di prestare le opere d’arte ai luoghi in cui queste ultime sono state concepite e create. Esattamente il contrario di quanto è accaduto alla pala di Sant’Anna di Jacopo da Ponte, che dal piccolo – anche se meraviglioso – museo bassanese è volata nelle gallerie dell’Accademia di Venezia. Vuoi vedere che Bassano verrà messa nelle condizioni di riavere indietro, magari a tempo determinato, la sua Sant’Anna? Visto che dell’operazione strategica annunciata dal sindaco Elena Pavan per riportare la pala in riva al Brenta non si è saputo più nulla, come pure delle richieste pressanti messe nero su bianco da molti consigli comunali del bassanese, questa potrebbe diventare una ghiotta occasione per riparare a una perdita che ancora oggi pesa sul consuntivo artistico e culturale della città. (Servizio di Ferdinando Garavello)


videoid(VuwLGNOPiYI)finevideoid-categoria(bassanotg)finecategoria