26/08/2021 VICENZA – Alta Velocità: un progetto da velocizzare. E’ quanto emerge dal summit di oggi, a Vicenza, tra le parti sociali e le categorie economiche che sono state aggiornate sull’avanzamento dell’opera. || Alta Velocità, vietato sbagliare. Un investimento sul futuro, una scommessa per le aziende, pronte a scegliere il trasporto ferroviario per abbassare i costi, abbassare i prezzi, diventare più competitive e ridurre l’impatto ambientale. Non è poco, anzi, è tutto. C’è in gioco il futuro di Vicenza e per questo oggi alla Camera di Commercio sono state chiamate a raccolta tutte le forze economiche per condividere idee, progetto, luci e ombre dell’Alta Velocità.La Tav promette di cambiare volto alla città. Davanti alla Stazione il Comune punta a costruire un tunnel, così da interrare il traffico e creare una grande area pedonale in Via Roma, da ricollegare a Campo Marzo. Un’idea interessante, che il Sindaco intende provare a inserire, se non fosse che il tunnel per collegare Viale Venezia con Viale Milano, che non era previsto nel progetto preliminare, tecnicamente presenti diverse criticità: Se non sarà possibile portare il traffico sotto il livello della strada, allora le auto resteranno in superficie, e verrà invece realizzato un sottopasso pedonale che porterebbe dalla Stazione in Viale Roma: un corridoio moderno, ampio quattro metri e il più possibile a cielo aperto per evitare che vi si annidino sporcizia e degrado.Insomma, la partita è ancora aperta. Quel che è certo è che la Tav oggi è una grande opportunità, ma per essere realizzata richiederà anni. L’attraversamento di Vicenza comporterà lavori e cantieri che trasformeranno la città e la porteranno nel futuro. – Intervistati GIANLUCA CAVION (Presidente Confartigianato Vicenza), FRANCESCO RUCCO (Sindaco di Vicenza) (Servizio di Carlo Alberto Inghilleri)


videoid(ylatnQd12JI)finevideoid-categoria(vicenzatg)finecategoria