04/09/2021 VICENZA – Effetto rientro dalle ferie. Farmacie prese d’assalto per i tamponi e, dopo l’annunico dell’arrivo dei test salivari, è già scattata la rischiesta. Ad oggi però non danno ancora diritto a green pass || Tamponi e vaccinazioni le farmacie sempre in prima linea si trovano ad affrontare con il rientro un vero e proprio boom di richieste. Un via vai continuo di gente, le agende piene, quello dei tamponi per i farmacisti è diventato praticamente un secondo lavoro. Farmacie che sono diventate anche il termometro di una situazione di tensione sociale frutto dei fronti contrapposti tra chi è favorevole alla vaccinazione e al green pass e chi invece no lo è ed anche pagare un tampone può scatenare le ire dell’utente, clienti che non vogliono firmare il documento predisposto con le disposizioni regionali con infinite discussioni. A tutto ciò si aggiunge l’annuncio della possibilità di effettuare il tampone salivare e subito si è scatenata la richiesta con utenti che lo chiedono a 50 centesimi peccato però che al momento i tamponi salivari non diano accesso al green pass e tanto meno sono a prezzo calmierato. Insomma l’annuncio per il momento è tale mancando delle comunicazioni ministeriali lo stesso ministero non li ha ancora recepiti dopo di che sarà la volta della Regione che comunicherà alle farmacie le eventuali modalità operative. Resta infine da capire per altro quali tamponi salivari verranno adottati – Intervistati DANIELA GIOVANETTI (Farmacista) (Servizio di Gabriella Basso)


videoid(TVy8y8z9fW0)finevideoid-categoria(vicenzatg)finecategoria