15/09/2021 ASOLO – Il monte Grappa è riserva Unesco, Zaia: «Un gioiello nello scrigno del Veneto». || Dopo due anni di negoziato, il Consiglio dell’UNESCO ha iscritto il territorio del “Monte Grappa” nella Lista delle Riserve di Biosfera MAB UNESCO. Il Monte Grappa è da ora la 20° Riserva della Biosfera italiana. Dopo le Dolomiti e le Colline del prosecco è arrivato anche questo importante traguardo in grado di dare un’enorme visibilità internazionale.Un traguardo giunto all’unanimità, vista l’assoluta qualità e unicità del “Monte Grappa”, “laboratorio di idee concrete e innovative” in settori cruciali quali l’economia circolare e la mobilità sostenibile, in piena coerenza con gli obiettivi di sviluppo sostenibile della Agenda 2030 delle Nazioni UnitePer i valutatori, la nuova Riserva MAB del Monte Grappa rappresenta un “ponte bio-ecologico” tra la pianura padana e l’arco alpino sud orientale”Il Veneto “è uno scrigno che passo dopo passo, sta ricevendo il giusto riconoscimento”, è stato il commento soddisfatto del presidente del veneto Luca Zaia. Un risultato storico, che i 25 comuni di tre Province hanno accolto con grande favore. – Intervistati FEDERICO CANER (Ass. Turismo Regione Veneto), ANNALISA RAMPIN (Pres. IPA terre di Asolo e Monte Grappa), DARIO SCOPEL (Sindaco Seren del Grappa), CLAUDIA BENEDOS (Sindaco di Maser), SIMONE BONTORIN (Sindaco Romano D’Ezzelino) (Servizio di Nicola Marcato)


videoid(mPobBOUYhp4)finevideoid-categoria(bassanotg)finecategoria