22/09/2021 MONTECCHIO MAGGIORE – Femminicidi. Dopo le fiaccolate, le marce silenziose in memoria di Alessandra e Rita la politica chiede che si facia di più per aiutare le donne in difficoltà || La piaga dei femminicidi va curata e serve l’intervento dello Stato e a livello locale della Regione lo dice chiaramente il consigliere regionale e capogruppo del Partito Democratico Giacomo Possamai che già nei prossimi giorni presenterà un emendamento affinché nel bilancio regionale 2022, in approvazione, siano previsti importanti interventi come – spiega lo stesso consigliere Possamai – «maggiori finanziamento dei centri anti-violenza i luoghi dove le donne si rivolgono e trovano rifugio ma anche finanziare in maniera più cospicua il contributo di libertà la somma che viene data alle donne che decidono di affrancarsi da un compagno violento». Intanto domani Montecchio Maggiore e Sovizzo piangono Alessandra Zonin 21 anni uccisa mercoledì scorso dalla 38enne guardia giurata padovana Marco Turrin. L’intera comunità si stringerà, nel duomo di Santa Maria e San Vitale, attorno ai famigliari della giovane mamma assassinata, al suo compagno e alla loro piccola di due anni. Niente striscioni, canti o applausi è la richiesta del papà di Alessandra ma solo alla fine della celebrazione un momento di raccoglimento sul sagrato del duomo. Un fiore in mano, è la richiesta dei genitori di Alessandra a chi partecipa alla funzione. Fiori che saranno benedetti e portati a casa da ognuno e donati a chi più si ama. Un gesto semplice che vuole diffondere amore in ricordo di Alessandra. Aperta anche una raccolta fondi per il futuro della piccola. I primi cittadini di Montecchio e Sovizzo ricordano ai commercianti di abbassare le serrande delle proprie attività durante il funerale, giornata di lutto cittadino. Le bandiera saranno a mezz’asta come lo sono state in questi giorni – Intervistati GIACOMO POSSAMAI (Consigliere regionale Partito Democratico) (Servizio di Gabriella Basso)


videoid(saGa3176Icc)finevideoid-categoria(vicenzatg)finecategoria