12/10/2021 BASSANO DEL GRAPPA – La festa per il Ponte Vecchio e la fiera non fanno dimenticare ai bassanesi che la città continua ad avere problemi e priorità da risolvere. A cominciare dal Teatro Astra… || I fiumi ci ricordano che tutto passa, tutto scorre e che prima o dopo tutto finisce inevitabilmente per sfociare nel maremagnum della quotidianità. Il Brenta, in tutto ciò, è quantomai emblematico: dieci giorni fa ha “bagnato” le celebrazioni del Ponte Vecchio ed accompagnato la sfilata degli Alpini. Ma, come detto, tutto scorre e tutto passa e Bassano non può permettersi di vivere di ricordi. La quotidianità adesso ha bisogno di altro, di risposte concrete e di fatti. Ma soprattutto ha bisogno che vengano mantenute le promesse, senza più tentennamenti, senza distrarre i cittadini con luci, paillettes e tagli del nastro oltretutto indigesti e malriusciti. Il silenzio dell’Amministrazione comunale di Elena Pavan è sempre più assordante. A partire dal nulla che è stato fatto e detto sulla riapertura del Tempio Ossario: un risultato storico che Reteveneta ha raccontato insieme a chi ci ha messo la faccia, il cuore e l’impegno. Perchè amministrare bene una città significa amarla, difenderla e curarle le ferite. Proprio come la cicatrice del Teatro Astra, completamente dimenticato e abbandonato. Una voragine che ha squarciato il suo tetto ma anche quell’anima di Bassano che non dimentica e non abbandona. Cosa sta facendo il Comune per il Teatro? Che fine ha fatto la promessa di restituirlo alla città? E nel frattempo, cosa verrà fatto al tetto ed alle strutture danneggiate? Nella relazione del tecnico incaricato di verificare la situazione della sicurezza relativamente all’Astra, si legge che “in occasione di eventi meteorologici eccezionali potrebbero verificarsi dei distacchi o delle cadute di coppi dalle cornici della copertura”. Il tecnico raccomanda un intervento di demolizione dall’alto delle parti pericolanti eppure su tutto grava il più totale silenzio. Tutto scorre in riva al Brenta, tutto passa ma la memoria dei bassanesi resta… in attesa! (Servizio di Alex Iuliano)


videoid(kIXZFLJsGsE)finevideoid-categoria(bassanotg)finecategoria