13/10/2021 CAERANO DI SAN MARCO – Ennesimo infortunio mortale nella Marca. A perdere la vita questa volta è un operaio 48 enne padre di tre figli || Prima il pannello che lo travolge, poi la caduta all’indietro e l’impatto fatale. Pochi istanti e il dramma si è consumato a Caerano di San Marco. L’ennesimo infortunio mortale nella Marca. 48 anni, padre di tre figli: è il macedone Nazif Ajdarovski, di Pieve del Grappa, l’ultima vittima di una lista troppo lunga. Erano le 11 in un cantiere edile di via Cadore. Secondo la ricostruzione di Carabinieri e Spisal, l’operaio, che stava lavorando su un un muro interrato a cielo aperto, è stato colpito improvvisamente da una paratia di metallo di 2 metri e mezzo: l’uomo ha perso l’equilibrio scivolando all’indietro e impattando con la testa contro un grande fusto: il decesso quasi istantaneo è stato causato dal grave trauma cranico. L’operaio è stato trovato a terra quando era già esanime. I colleghi sotto shock hanno tentato di rianimarlo e chiamato i soccorsi, nel cantiere sono intervenuti medico ed infermieri del Suem 118 che purtroppo non hanno potuto far nulla per salvare la vita all’uomo. Sul posto sia gli ispettori del nucleo Spisal di Treviso che i carabinieri della Compagnia di Montebelluna. In via Cadore anche il Sindaco di Caerano di San Marco Gianni Precoma.La Procura aprirà un’inchiesta. Il 48 enne lavorava da sette anni alla ditta di costruzioni edili Parisotto Danilo. Un padre di famiglia benvoluto da tutti. E un’altra croce nel bollettino di guerra degli infortuni. – Intervistati GIANNI PRECOMA (Sindaco Caerano di San Marco) (Servizio di Nicola Marcato)


videoid(T2ReXIACUfQ)finevideoid-categoria(bassanotg)finecategoria