02/11/2021 VENEZIA – Risposte sulla terza dose, la richiesta di effettuare a tutti i cittadini un test per misurare gli anticorpi Covid, e mantenere prudenza e mascherina nelle situazioni di pericolo. Il punto della situazione sulla pandemia del Governatore Luca Zaia. || Aumento dei contagi, ricoveri al momento gestiti senza difficoltà dagli ospedali, che continuano anche l’attività non Covid a pieno ritmo, terza dose che probabilmente sarà estesa anche a chi ha meno di 60 anni entro dicembre. Il Presidente del Veneto Luca Zaia fa il punto sulla pandemia, professa ottimismo, ma mette in guardia sui mesi invernali, che richiedono prudenza.E poi Zaia lancia l’invito a indossare comunque la mascherina quando serve, e chiede al Governo e alla comunità scientifica nazionale di decidere se autorizzare il test sierologico per tutti per valutare al meglio la necessità della terza dose. In pratica con un piccolo prelievo di sangue misurare a tutti la presenza o meno di anticorpi, e quanti. Il Governo deve valutare se serve, e quanto costerà. E dare una risposta ai cittadini.Quanto alle case di riposo, il 70% dei 30mila ospiti in Veneto hanno già avuto la terza dose, e dei 98 positivi, sono quasi tutti senza sintomi e comunque non in condizioni gravi. – Intervistati LUCA ZAIA (Presidente Regione Veneto) (Servizio di Federico Fusetti)


videoid(4fjD4mcMlDo)finevideoid-categoria(bassanotg)finecategoria