09/11/2021 VALBRENTA – La Statale Valsugana, con tutte le sue criticità, è al centro di un progetto presentato dalla Regione ai sindaci || La Statale 47 Valsugana è uno dei grandi problemi viari del Veneto: l’arteria, che un tempo poteva rispondere egregiamente alle esigenze della viabilità fra Padova e Trento, presenta oggi immense criticità che portano quotidianamente a disagi tanto per chi la utilizza quanto per chi vive nelle sue immediate vicinanze. Qualche esempio? Il tratto fra Limena e Cittadella, il punto nero di Rosà e tutta l’asta dei Comuni della Valbrenta. Ma ora c’è finalmente un progetto, presentato ai sindaci dei territori interessati dall’assessore regionale alla viabilità Elisa De Berti e dal vicepresidente del Consiglio Veneto, Nicola Finco. Non sarà facile trovare soluzioni da applicare ai vari punti critici, come lo snodo di Carpané o il collo di bottiglia di Rosà, dove gli spazi di manovra per intervenire sull’asse stradale sono davvero minimi. Ma il primo passo è fatto, ora la parola spetta ai tecnici – Intervistati NICOLA FINCO (Vicepresidente Consiglio Veneto) (Servizio di Ferdinando Garavello)


videoid(fIzpFZtQSRU)finevideoid-categoria(bassanotg)finecategoria