12/11/2021 VENEZIA – Tav, il futuro passa dalla riunione di oggi, a Venezia, a cui hanno partecipato i sindaci del vicentino interessati alla tratta dell’Alta Velocità. || Alta Velocità, vietato sbagliare. Un investimento sul futuro, una scommessa per le aziende, pronte a scegliere il trasporto ferroviario per abbassare i costi, calare i prezzi, diventare più competitive riducendo l’impatto ambientale. Non è poco, anzi, è tutto. C’è in gioco il futuro: per questo oggi a Venezia nella sede di Veneto Strade la Regione ha voluto mettere attorno allo stesso tavolo Rfi, ItalFerr e tutti i sindaci del vicentino interessati dal tracciato, da Montebello a Grisignano:La tratta ovest della Tav è già appaltata, iniziano gli espropri: qui va valutato l’impatto dei cantieri sulla viabilità per limitare i disagi sul traffico. E’ invece l’attraversamento di Vicenza uno degli aspetti più delicati: entro la fine di dicembre verrà depositato il progetto definitivo, e da gennaio 2022 inizierà la progettazione dell’uscita ad est verso Padova. Ed è proprio la tratta verso Padova, in fase di elaborazione, che riserva le maggiori incognite. A cominciare dal famoso “salto del montone”, là dove i nuovi binari scavalleranno quellli della linea storica.Quel che è certo è che la Tav oggi è una grande opportunità, ma per essere realizzata richiederà anni. L’attraversamento di Vicenza comporterà lavori e cantieri che trasformeranno la città e la porteranno nel futuro. – Intervistati STEFANO LAIN (Sindaco di Grisignano di Zocco), FRANCESCO RUCCO (Presidente Provincia di Vicenza) (Servizio di Carlo Alberto Inghilleri)


videoid(yX48hJb647M)finevideoid-categoria(vicenzatg)finecategoria