16/11/2021 VICENZA – E le truffe, purtroppo, continuano, ai danni degli anziani: l’ultimo caso a Vicenza. || Sono le dieci e mezza del mattino quando a Vicenza due uomini su trent’anni si presentano alla porta di una signora di 79 anni. Dicono di essere tecnici dell’acqua, indossano un giubbetto blu e addosso hanno un cartellino simile a quelli delle società di servizi. Hanno modi affabili, sostengono che c’è una perdita d’acqua e che potrebbe esserci un’inquinamento da mercurio. Distraggono la signora, le fanno aprire il rubinetto, dicono che l’acqua ha un cattivo odore. Mentre la padrona di casa parla con uno dei due uomini, l’altro sparisce con la borsa della donna, con all’interno 90 euro in contanti, bancomat e documenti personali. Finita la messinscena con una scusa si allontana anche il complice. Solo più tardi la vittima si accorge del furto e chiama il 113. Sul caso indagano gli investigatori della Questura di Vicenza. (Servizio di Carlo Alberto Inghilleri)


videoid(_CQg82uYnX0)finevideoid-categoria(vicenzatg)finecategoria