25/11/2021 BASSANO DEL GRAPPA – Sono iniziati i lavori di messa in sicurezza del teatro Astra. Resta da sciogliere il nodo del costo dell’immobile, che il Comune vuole acquisire || Sono passati cinque mesi da quando il tetto del teatro Astra di Bassano ha deciso di dire “basta” al tempo, alla pioggia e al peso dell’abbandono, crollando sulla platea e creando una voragine – reale e metaforica – nel centro della città. Ora sono finalmente iniziati i lavori di messa in sicurezza di quelle parti del tetto e del sottotetto ancora indecise se rimanere al proprio posto o lasciarsi andare nel vuoto. Ci vorrà qualche giorno, con le conseguenze del caso per la viabilità e i parcheggi in zona durante gli orari di cantiere. Poi, una volta messo in sicurezza il teatro, tornerà alla ribalta il tema del futuro di questa struttura: di recente il sindaco Elena Pavan ha annunciato di avere a disposizione un milione di euro per l’acquisto dell’Astra, anche se pare che la distanza da colmare rispetto alle richieste della proprietà sia sostanziale. Sono molti i bassanesi che chiedono invece che il teatro diventi proprietà comunale con una cifra simbolica, visto lo stato in cui versa l’edificio. O al massimo con il valore del terreno su cui sorge. Per avere un teatro cittadino commisurato con le esigenze culturali di Bassano e di un territorio che comprende la Pedemontana e l’Alta Padovana si parla di una spesa di 13 milioni di euro. Ma prima di tutto c’è da blindare il passaggio dell’Astra ai bassanesi, alla città. Come, quando e soprattutto con che spesa, però, ce lo deve dire qualcun altro. (Servizio di Ferdinando Garavello)


videoid(L8a0x3Qzl6E)finevideoid-categoria(bassanotg)finecategoria