25/11/2021 VENEZIA – Veneto in zona bianca, annuncia il presidente Luca Zaia, ma la crescita dei contagi è inesorabile e con essa quella dei ricoveri, seppure lenta. Inevitabile a dicembre il passaggio di fascia di rischio, che le nuove norme sul supergreen pass renderà meno d’impatto. || Due settimane alla zona gialla, non molto di più alla zona arancione, se i contagi continueranno a crescere a questo ritmo. Il presidente del Veneto Luca Zaia lo dice chiaramente: 2.066 nuovi positivi nelle ultime 24 ore, 8 decessi. Da luglio Zaia chiedeva al Governo di decidere sulla terza dose, la somministrazione è stata autorizzata tardi e ora c’è la corsa a recuperare: è di queste ore il via libera dal 1 dicembre anche per gli over 18. Il nuovo decreto che contiene il discusso super green pass entrerà in vigore quando dunque anche il Veneto lascerà la zona bianca per passare a giallo e poi arancione.Nodo da sciogliere, invece, è quello dei trasporti: con il green pass obbligatorio sui bus, come andranno a scuola i ragazzi? Su questo il Veneto ha interpellato il Ministero e l’Istituto superiore di sanità e attende una risposta. Il decreto, dice Zaia, ha dei vulnus che vanno sanati, ma anche diversi aspetti positivi. Ema ha intanto autorizzato la somministrazione del vaccino Pfizer per i bambini dai 5 agli 11 anni, saranno i genitori ora a decidere, il governatore ribadisce solamente ciò che sostiene da sempre: non sono il vettore del virus, siano gli adulti a vaccinarsi. – Intervistati LUCA ZAIA – PRESIDENTE REGIONE VENETO (Al telefono) (Servizio di Lina Paronetto)


videoid(hSPBqlRpwM4)finevideoid-categoria(bassanotg)finecategoria