05/12/2021 BASSANO DEL GRAPPA – Anche le associazioni nazionali di categoria bacchettano l’Ulss7 Pedemontana per la scelta di mettere gli infermieri alla guida delle automediche || Non c’è pace per l’Ulss7 Pedemontana. Alle polemiche sulla riorganizzazione della guardia medica, che ha portato alla chiusura di punti di grande importanza per il territorio, si aggiungono ora le bacchettate nazionali che arrivano all’azienda diretta da Carlo Bramezza sulla scelta di far guidare le automediche agli infermieri. Ne ha parlato addirittura il presidente nazionale dell’associazione degli anestesisti e dei rianimatori italiani, che si occupa di tutelare anche i diritti di chi lavora nell’ambito ospedaliero dell’emergenza e dell’area critica. E così si aggiunte una nuova prospettiva critica a quelle che già hanno risposto agli appelli degli infermieri e degli operatori, cui Rete Veneta ha dato voce più volte da quando è partita la sperimentazione nell’azienda sanitaria Pedemontana. Sindacati, associazioni, gruppi e lavoratori si sono già espressi, e la faccenda arriverà in Regione grazie all’interessamento della politica. Allora, forse, qualcuno risponderà alle istanze e alle domande di un intero comparto. – Intervistati ALESSANDRO VERGALLO
(Presidente nazionale anestesisti e rianimatori
) (Servizio di Ferdinando Garavello)


videoid(5JKP7TnUAaM)finevideoid-categoria(bassanotg)finecategoria