09/12/2021 BASSANO DEL GRAPPA – Torna alla ribalta nazionale la vicenda del “Miracolo delle quaglie” di Jacopo Bassano, la cui acquisizione in un prestigioso museo statunitense è al centro di un’interrogazione al ministro Franceschini da parte di quattro senatori || Le Quaglie ormai sono andate, ma qualcuno che tiene ancora a sapere come hanno fatto a migrare al di là dell’Atlantico ancora c’è: finisce in Senato la faccenda del dipinto “Il miracolo delle quaglie” di Jacopo Bassano, acquisito da un prestigioso museo statunitense dopo che in Italia nessuno si è filato neppure di striscio la proposta di vendita fatta dai proprietari. Qualcuno, dicevamo, vuol sapere cosa è successo e così i senatori Corrado, Angrisani, Granato e Lannutti hanno interrogato ufficialmente il ministro della cultura, Dario Franceschini chiedendogli di dare il via a un’indagine interna per fare chiarezza sulle decisioni prese dall’ufficio esportazioni. Ufficio che, si legge nell’interrogazione “ha legittimato, contro logica, l’uscita dal territorio nazionale di un’opera il cui interesse culturale particolarmente importante è incontrovertibile”. I senatori chiedono poi a Franceschinise, “davanti all’ennesimo clamoroso errore in tema di esportazione di capolavori italiani all’estero, non ritenga di dover prendere esplicitamente le distanze da quella parte di operatori del mercato antiquario che vorrebbe assimilare reperti archeologici e opere d’arte a qualsiasi altra merce per rivendicarne la libera circolazione e farsi invece campione della difesa del patrimonio culturale nazionale”. Insomma, per i parlamentari il Miracolo delle Quaglie doveva finire in un museo italiano. Possibilmente, diciamo noi, a Bassano. Oppure, fanno notare gli addetti ai lavori, vicino alla pala di Sant’Anna nelle gallerie dell’Accademia di Venezia. Attendiamo anche noi, visto che nessuno in terra bassanese ha ritenuto di rispondere alle nostre domande su questo argomento, le risposte del ministro ai senatori. Senatori che, andando a spulciarne le biografie, risiedono molto lontani dai luoghi in cui Jacopo Bassano ha creato le sue meraviglie prendendo spunto da un territorio ricco di meraviglie. Chissà che qualche collega parlamentare bassanese, vicentino, veneto non ne segua l’es (Servizio di Ferdinando Garavello)


videoid(FwFvIf9a7JQ)finevideoid-categoria(bassanotg)finecategoria